Cronaca

Lo chef Sayegh e i piatti a base di cannabis

Come molte delle novità in cucina arriva dagli Stati Uniti, soprattutto in California, ed è proprio lo chef Christophe Sayegh a creare la marijuana come uno degli ingredienti base della propria cucina. Da circa due anni lo chef propone piatti a base di cannabis nei suoi ristoranti in California, a New York, e nel locale “The Herbal Chef” di Los Angeles. Il percorso formativo del giovane chef californiano parte dall’università dove ha studiato biologia molecolare per scegliere poi di dedicarsi completamente alla sua passione. Ma perché proprio la cannabis come ingrediente? A chi gli fa questa domanda risponde che «è tutta una questione di cibo, penso che se usi la cannabis a scopo ricreativo o medicinale ricevi comunque -spiega – quelle sostanze, quindi in ogni caso ne trai benefici. Non importa il motivo. Uso la cannabis nei miei piatti in diversi modi. La uso – dice ancora – per dare un aroma, un sapore in più, ma la uso anche per il suo principio attivo, l’elta-9-tetraidrocannabinolo, che è quello che ti fa sentire euforico». In California si voterà a novembre sulla legalizzazione per uso personale della cannabis per chi ha più di 21 anni.
Collegamenti: The Herbal Chef

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.