Le ricette di Fridge Foundation,  Ricette

Il tacchino del Ringraziamento

Una festa prettamente nordamericana quella che vede arrostire un tacchino intero per l’ultimo giovedì di novembre.

Una tradizione che rende le famiglie più unite ma non appesantisce troppo l’alimentazione, dato che il tacchino è sicuramente il pollame più leggero tra tutti. Carne bianca e poco invasiva.
[highlight color=”yellow”]Il Tacchino del Ringraziamento[/highlight]
(per 10 persone)
1 tacchino minimo 7kg (12.480 Kcal)
2 limoni (48 Kcal)
1 cipolla (7 Kcal)
Aglio (18 Kcal)
Olio (901 Kcal)
150g Burro (1125 Kcal)
Sale
Pepe
Rosmarino
100g Pancetta (661 Kcal)
Totale 15,222 (1.522 Kcal per persona)
YK_072611_FNM_Turkey_032.tifLa preparazione è semplice, ma la cottura è lunga (e necessita di un forno bello grande). Per prima cosa si prende il burro (precedentemente ammorbidito lasciandolo fuori dal frigo per un’ora) e lo si mette in una casseruola aggiungendo l’aglio tritato, il rosmarino tritato, il succo di un limone e la scorza, un poco di sale e pepe. Tutti gli ingredienti assieme vanno mescolati fino ad ottenere una palla omogenea. Poi si prende il tacchino e, con una piccola quantità di composto di burro per volta, si inizia a massaggiare il tacchino infilando la mano tra la carne e la pelle (la pelle si staccherà facilmente). Bisogna cercare di fare questo sia sul petto che sulle ali e sulle cosce. Il composto rimanente viene spalmato sulla superficie della pelle. Una volta finito questo lavoro, si farcisce l’interno del tacchino con due gambi di rosmarino, la cipolla intera sbucciata e il limone rimanente tagliato a metà. Sul dorso del tacchino si dispongono le fette di pancetta a ricoprirlo interamente. In forno a 200°C per 1.30h. Sfornate il tacchino, svuotatelo del ripieno e rimuovete la pancetta che sarà croccante. A quel punto dovete cospargerlo con il sugo che si sarà creato e re-infornarlo per altre 2h30 a 180°C impostando il grill negli ultimi 10 minuti.
Tutto quello che avete levato dall’interno del tacchino va tagliuzzato e, assieme alla pancetta spaccata in pezzettini, va fatto saltare in padella, sfumare col vino bianco, e lasciar stufare per un’ora buona. Questo sarà il “grevy” (condimento) della vostra carne bianca.
 
Buon Thanksgiving!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.