Home / Reportage / Curiosità / La spuma, una bevanda sempre apprezzata

La spuma, una bevanda sempre apprezzata

C’è chi la considera una bibita un po’ vintage ma la spuma è sempre richiesta nei bar. Soft drink che dominava nelle feste di compleanno, ai bar dell’oratorio come a quello sotto casa, è una bibita analcolica a base di acqua gassata, zucchero, quantità variabili di caramello e aromi vari come il gusto «ginger» allo zenzero, al cedro o ancora come succo di limone, infuso di scorze di arancia, cedro. Un’ampia varietà degli aromi che i produttori, molto diffusi in passato, potevano usare per la produzione, tanto che stabilire una ricetta unica è impossibile. Oggi restano i gusti classici mentre i produttori si sbizzarriscono con bevande a base di aromi come il chinotto di Savona, o alle arance del Gargano, ma molti non classificano queste ultime come spume ma bevande a sè.
Molto diffusa a partire dagli anni Quaranta in realtà la spuma ha origini più lontane nel tempo. La prima a nascere è la bionda nella seconda metà dell’Ottocento, dopo che un oste particolarmente creativo ha iniziato a miscelare varie gazzose, insieme a uva, aromi naturali, e caramello. Poi è nata la versione scura Si può trovare anche in versione nera, ai gusti arancio, cedro e ginger. Questa versione nuova della bionda pare sia stata inventata nel 1938 dall’azienda Spumador, chiamata proprio Nera 1938. Qualcuno mormora anche dell’esistenza di una bianca, simile al sapore della gazzosa. 

About admin

Check Also

Biscotti di panettone/pandoro avanzato

Natale, si pensa già al cenone ma i problemi riguardano il dopo, cioè gli avanzi. …

Lascia un commento