Home / Cronaca / Banane prodotte col freddo: si mangia anche la buccia

Banane prodotte col freddo: si mangia anche la buccia

Le chiamano «criobanane» e si possono mangiare con la buccia. Tutto nasce da piante di banane ibernate e risvegliate che danno frutti dalla buccia commestibile. La tecnica si chiama Freeze Thaw Awakening, che prevede congelamento, scongelamento e risveglio dell’albero di banano; da questo procedimento nasce la banana chiamata Monge. Resta da vedere se le banane prodotte con questa nuova tecnica avranno successo. Comunque sia è una vera e propria rivoluzione perché i banani solitamente crescono ad una temperatura che intorno ai 27 gradi. L’azienda giapponese invece punta sul freddo: coltiva le piante congelate a -60 °C, poi le ripianta in ambienti in cui sono esposte ad una temperatura di 27 °C. Lo sbalzo di temperatura consentirebbe ai banani di crescere più velocemente, offrendo un frutto dalla buccia molto morbida, dolce e sottilissima. Per ora il frutto è disponibile solamente nei negozi della prefettura di Okayama al prezzo di 5-6 dollari, ma l’azienda punta a venderla prima in tutto il Giappone, dove oggi il 99% dei consumi sono importati e poi nel resto del mondo, ma non è detto che un giorno arrivi anche sui nostri mercati. SE il freddo, secondo i giapponesi fa bene alal crescita delle banane, il consiglio per conservare fuori dal frigo. Infatti le banane si mantengono bene a temperatura ambiente e si sconsiglia di metterle vicino alle mele, che ne accelerano la maturazione facendole annerire in pochi giorni.

About admin

Check Also

Con la spirulina il latte diventa azzurro

Non esattamente un’alga, come molti la definiscono, ma un un cianobatterio del genere Arthrospira, la spirulina è l’alimento …

Lascia un commento